Calcestruzzo

La produzione del calcestruzzo si realizza attraverso un processo di miscela di cemento, aggregati, acqua e additivi che portano a tre tipologie differenti di prodotti:

  • a composizione richiesta (a dosaggio)
    - secondo il dosaggio di cemento richiesto dal cliente.
    - secondo il tipo di cemento (UNI EN 197-1, CEM 32,5R, CEM 42,5R, CEM 52,5R).
  • a prestazione garantita
    - secondo le classi di resistenza, (vedi Tab.1).
    - secondo le classi di consistenza (Slump) UNI 9417.
    - secondo le classi di esposizione (vedi Tab.2).
  • alleggerito
    nato per l'applicazione nel campo edile, e precisamente nelle strutture murarie di tamponamento, nei pavimenti e sui tetti e certificato per l'applicazione in edifici pubblici e privati.

AGGREGATI PER CALCESTRUZZO (UNI EN 12620-03)
La norma specifica le proprietà degli aggregati e dei filler ottenuti dalla lavorazione di materiali naturali, artificiali o riciclati, utilizzati nella confezione di calcestruzzi che soddisfano i requisiti della UNI EN 206-1, compresi i calcestruzzi destinati alle pavimentazioni stradali e alla costruzione di prefabbricati. La produzione degli aggregati avviene nel rispetto della UNI EN 12620-03 e ed è corredata dal certificato di conformità CE.